Come migliorare il posizionamento del tuo sito?

05 giugno, 2019

0

Come migliorare il posizionamento del tuo sito?

Come migliorare il posizionamento del tuo sito?


Tutti i siti vorrebbero essere in cima alla prima pagina nei risultati di ricerca di Google. E invece è molto difficile essere tra i primi. La soluzione? O si paga oppure si usano degli strumenti che consentono di migliorare le prestazioni.
Google infatti legge e analizza tutto il materiale che circola in internet e applica degli algoritmi per classificarlo. Usa sempre più strumenti di analisi che tengono conto di vari elementi che rientrano nella definizione di SEO (Search Engine Optimization).

Quali sono i parametri SEO?

  • Leggibilità
  • Parole chiave e sinonimi
  • Meta descrizioni
  • Collegamenti interni e esterni
  • Immagini

Come applicarli?

Ad esempio, per siti creati con Wordpress, lo strumento Yaost consente di inserire i parametri SEO e migliorare la leggibilità dei testi. Ciò facilita i motori di ricerca di Google che così trovano tutte le informazioni e riescono a elaborare i contenuti assegnando  un punteggio elevato che li porterà in ottime posizioni nei risultati delle ricerche.

Lo abbiamo messo in pratica nel sito del Parco Naturale Adamello Brenta con ottimi risultati. Il sito web del Parco Naturale Adamello Brenta non è più lo stesso!
Chi non conosce questo territorio nel Trentino occidentale che racchiude così tanta bellezza naturale! Noi abbiamo avuto l’onore di aiutare l’ente che lo gestisce a mettere in risalto le proprie qualità anche attraverso il sito web. Tantissimo materiale che abbraccia il mondo naturale, le località, la ricerca, le istituzioni che lo gestiscono. Il sito conteneva questo tesoro enorme che però aveva bisogno di essere un po' aggiornato sul piano comunicativo e soprattutto su quello dei risultati della ricerca. Un po’ freddino il tono di voce, prolissi i contenuti e lontani dalle prime pagine i risultati delle ricerche.
Ci siamo chiesti:

1) A chi ci rivolgiamo?

Abbiamo individuato i destinatari del sito per capire chi fossero e come rivolgerci nel modo più efficace.

2) Com’è il sito?

Poi abbiamo lavorato all’analisi del sito e individuato dove intervenire. Riformulare l’architettura del menu principale per dare più risalto ai contenuti turistici. Facilitando così il rapporto tra l’utente alla ricerca di informazioni (Dove posso dormire? Cosa posso visitare?) e l’organizzazione del parco. Con la nuova architettura è più semplice e diretto trovare le informazioni che cerca il visitatore senza trascurare nessun settore (ricerca, turismo sostenibile..)

3) Come intervenire?

  • snellire i contenuti e renderli più diretti e coinvolgenti. Adottare un tono di voce più diretto e asciutto è stato essenziale per avvicinare il sito agli utenti. In modo da facilitare la lettura e rendere le informazioni più interessanti.  Migliorare la leggibilità dei contenuti rende il testo più piacevole e scorrevole da leggere. Organizzare il testo in varie sezioni e sottotitoli aiuta il lettore a trovare quello che cerca. Perché in internet i secondi sono preziosi e il tempo di attenzione molto breve. Occorre catturare l'attenzione fornendo subito le informazioni ricercate. Come? Con periodi e frasi brevi, di senso immediato, senza troppi giri di parole e frasi complesse. Terminologia semplice, preferibilmente non troppo complicata. Tono di voce diretto e coinvolgente. 
  •  inserire le informazioni per il SEO ovvero migliorare la ricerca e i risultati finali. Ad ogni pagina abbiamo associato una descrizione specifica che compare nei risultati della ricerca. Abbiamo uniformato il titolo della pagina con l’indirizzo (slug) e reso più omogenei i contenuti specificando le parole chiave. Che sono i concetti principali di quella pagina e quindi quello che interessa e cerca l’utente. E poi l’uso di sinonimi, evidenziazioni, rimandi interni al sito ed esterni hanno completato l’opera fornendo ai motori di ricerca tutte le informazioni di cui hanno bisogno per soddisfare le richieste.
  • infine il sito del Parco Naturale Adamello Brenta ora parla sia inglese che tedesco. Chissà come saranno felici i turisti stranieri che desiderano esplorare questi posti bellissimi!  

Risultato

Ora le pagine del sito si piazzano nella prima pagina dei risultati della ricerca! Mentre prima bisognava andare a cercarle dalla quarta o quinta pagina. A noi è piaciuto tantissimo esplorare il Parco virtualmente e non vediamo l’ora di farlo anche in prima persona.
Parco Naturale Adamello Brenta: vivi la natura nel suo massimo splendore!
 

Cover
Daniela Marotto

Tag